top of page

Leggi per Pavimentazioni in pietra naturale


leggi per pavimentazioni

Saper scegliere la giusta pavimentazione del cortile è fondamentale, ma lo è anche il rispetto delle regole e delle leggi sulla pavimentazione per la propria sicurezza.


Quali sono le pavimentazioni e le pietre più adatte alle tue necessità?


Le pavimentazioni in pietra naturale per ambienti esterni devono garantire bellezza estetica ma anche sicurezza rispettando quanto previsto dalle varie normative vigenti.


Nel febbraio del 2014 è stata emanata una nuova UNI che stabilisce gli obiettivi da perseguire e come ottimizzare la posa di pavimenti in pietra.


Le norme UNI per le pavimentazioni in pietra

Scegliere pavimento in pietra naturale per arredare la parte esterna di un'abitazione o anche una zona interna come la tavernetta, significa offrire un prodotto di qualità soddisfacente per quanto concerne l’aspetto estetico e rispettoso delle normative previste in tema di corretta installazione per ottenere massima sicurezza.


Attualmente sono due le normative a cui far riferimento ossia la UNI 11322-2009 in cui si danno istruzioni specifiche per la progettazione, posa e manutenzione dei rivestimenti per pavimentazioni e la UNI 11521-2014 in cui si parla di rivestimenti per superfici verticali e soffitti.


Vista l'ampia gamma di pietre naturali presenti sul mercato e la varietà in termini di caratteristiche, non è stato possibile prevedere un modus operandi standard ma piuttosto procedere preventivamente con una valutazione del materiale da utilizzare, magari con delle prove per capirne le più importanti caratteristiche come la sensibilità alla macchiatura e l’imbarcamento innescato dall’eccessiva presenza di acqua o calore.


Partendo da queste caratteristiche è possibile dare una classificazione alla pietra naturale utilizzata per evidenziare eventuali criticità che potrebbero nascere durante la posa in opera e magari per eliminare alcuni rischi quali il possibile scivolamento in presenza di acqua e di temperature troppo rigide.



I concetti fondamentali delle leggi sulle pavimentazioni in pietra naturale

Prima di procedere con la scelta di una pietra naturale per realizzare un pavimento bisogna valutare tante altre caratteristiche ed effettuare delle prove importanti come quella relativa alla resistenza meccanica minima che deve essere garantita.


Questo valore va considerato in funzione della superficie di posa e della destinazione d'uso perché un conto è realizzare un pavimento in cui c'è il solo passaggio pedonale mentre altra situazione è quella in cui si realizza un vialetto di transito di autoveicoli e magari mezzi pesanti.


Questo significa che in generale, prima di realizzare una pavimentazione in pietra naturale è utile valutare la caratteristica del materiale per quanto riguarda la resistenza fisica e quindi evitare problematiche future che potrebbero obbligare il proprietario a farsi carico di spese, non di poco conto, per ripristinare eventuali danni.


Altra questione riguarda il controllo delle condizioni del supporto prima di procedere con la posa ed in particolare assicurarsi che deve essere asciutto e stagionato.


Un errore durante la posa ossia realizzandola con un supporto bagnato potrebbe compromettere non solo la bellezza estetica ma anche l'affidabilità è la durata nel tempo del prodotto finale.


La regolarità del piano di posa

Come avviene per qualsiasi altro pavimento realizzato per una casa oppure in un ambiente esterno, anche quello in pietra naturale va ottimizzato sotto tutti i punti di vista.


L'aspetto più importante riguarda la regolarità del piano di posa che deve essere perfettamente orizzontale e creare degli avvallamenti che potrebbero dar luogo a cedimenti meccanici e fisici. La superficie finale deve essere perfettamente piana.


Tra l'altro la regolarità del piano va valutata con il supporto di un professionista a seconda dell'effetto desiderato in termini estetici e della tipologia di pietra scelta. Ci sono, infatti, alcune pietre che richiedono una posa su un piano regolare mentre altre offrono le migliori garanzie con piani che hanno delle irregolarità volute.


Da questo si evince anche come il metodo di posa non sia univoco piuttosto va personalizzato rispetto alla scelta del materiale. Di pari passo c'è anche la scelta della tipologia di giunto da acquistare.


Queste ultime caratteristiche vengono indicate peraltro dalla normativa in funzione della pietra e delle caratteristiche fisiche. Il dimensionamento dei giunti e la scelta del materiale di sigillatura sono aspetti importanti della progettazione e sono in funzione della tipologia di pietra naturale.


Ovviamente l'esperienza del progettista deve permettere di scegliere un materiale che sia confacente alla destinazione d'uso e alle caratteristiche climatiche che solitamente si presentano nella zona geografica di interesse. Ad esempio, se le temperature tendono a scendere di molti gradi sotto lo zero, è necessario indirizzare l'attenzione verso una pietra che non subisca deformazioni e cedimenti con temperature così basse.


Per avere la certezza di rispettare le normative e accedere a un risultato finale di qualità è consigliato affidarsi a professionisti di lunga esperienza come Fratus Pavimentazioni che si occupa di pavimentazioni esterni in pietra.


Quali sono le pavimentazioni e le pietre più adatte alle tue necessità?


Ecco alcune immagini dei nostri specialisti delle pavimentazioni all'opera!👇


0 commenti
bottom of page