top of page

Pavimentazione piazze: come scegliere il miglior materiale


Pavimentazione piazze: come scegliere il miglior materiale

Negli ultimi anni, ai rivestimenti più classici si sono aggiunti nuovi materiali specificatamente studiati per essere impiegati in questo particolare spazio esterno.

Pavimentazione piazze: come scegliere il miglior materiale?


Quali sono le pavimentazioni più adatte a te?


Sommario


Intro

Pavimentazione piazze: come scegliere il miglior materiale?

Da tantissimi anni le pietre naturali vengono usate come materiale per la realizzazione di pavimentazioni esterne, come ad esempio le piazze.


Grazie all'immutabilità della pietra, le pavimentazioni durano nel tempo e sopportano qualsiasi perturbazione atmosferica.


Le pavimentazioni in pietra naturale uniscono la funzionalità, l'estetica e la capacità di adeguarsi al luogo esterno in cui vengono situate.


Aspetti da considerare

I pavimenti per l'esterno devono avere delle qualità ben precise. In primis, devono essere resistenti alle condizioni atmosferiche.


Si dovrà optare per un materiale antigelo e se è una zona con precipitazioni abbondanti si dovrà scegliere una pavimentazione adatta all’assorbimento idrico.


Inoltre, bisogna tenere conto di un altro aspetto fondamentale, ovvero della funzione che avrà il pavimento esterno perchè se sarà adibito al transito delle macchine dovrà "sopportare" carichi pesanti.



Quale materiale scegliere

Il granito, il porfido, la pietra di prun, il travertino, la quarzite grigia/gialla e la pietra di Luserna sono le pietre naturali più usate per la realizzazione delle pavimentazioni esterne.

Nei prossimi paragrafi andremo a vedere quale materiale scegliere:


Granito

Il Granito tra le pietre naturali più belle e versatili che esistono.


La sua brillantezza è dovuta dall'elevata presenza di quarzo al suo interno. Ovviamente il granito è costituito anche da altri materiali come il "feldspato" e "mica" che gli conferiscono diverse colorazioni.


Inoltre, è una pietra dura, resistente a qualsiasi agente atmosferico e viene spesso utilizzata per realizzare il pavimento in pietra naturale delle piazze.


Porfido

Il porfido è tra le pietre naturali più utilizzate per la pavimentazione esterna. È una roccia vulcanica, capace di resistere ai cambiamenti climatici nelle diverse stagioni ed è particolarmente consigliata per realizzare il pavimento di una piazza.


Non richiede nessun tipo di manutenzione pesante e dura nel tempo. Inoltre, il "porfido trentino a cubetti" consente di soddisfare ogni tipo di esigenza perchè è versatile ed è in grado di creare diversi disegni di posa.


Questo tipo di pavimentazione è "a prova di camion" grazie alla sigillatura in resina da colata (detta anche poliuretanica) che fa in modo che questi pavimenti in pietra non si sfaldino.


Il porfido è senz'altro la pietra migliore per la sua grande resistenza e durata nel tempo. Infatti grazie a tutte queste sue caratteristiche è sicuramente la pietra naturale più indicata per creare i pavimenti delle piazze.


Pietra di prun

La pietra di Prun è tra i materiali più utilizzati nella pavimentazione esterna. È resistente, compatta e di una bellezza davvero unica.


Questa pietra è caratterizzata da tantissime finiture che la rendono versatile. Inoltre, è antigeliva e come qualsiasi materiale naturale necessita di una manutenzione regolare.


Travertino

Il travertino è tra i materiali più usati in assoluto per creare la pavimentazione delle piazze.


Il travertino è conosciuto per le sue infinite varietà (anticato, arrotondato, patinato e rustico) e caratteristiche.


È una pietra naturale resistente all'usura, al calore, alle condizioni atmosferiche ed è robusta e compatta.


Inoltre, come se non bastasse, è duratura nel tempo e non ha bisogno di particolari operazioni di manutenzione.


Quarzite grigia e gialla

La quarzite è una pietra naturale che viene spesso utilizzata per realizzare i pavimenti esterni delle piazze.


Tra le principali caratteristiche di questo materiale si può trovare la resistenza al deterioramento, all'abrasione, ai cambiamenti termici e agli acidi.


Offre una grandissima gamma di formati e colori, e a differenza di altre pietre è capace di tenere una "temperatura superficiale" molto più bassa seppur venga sottoposta a lungo ai raggi solari, garantendo un elevato termo-igrometrico.


La quarzite, inoltre è dura, resistente al logoramento ed ha una grana finissima. Dal momento che si tratta di un materiale durevole, è in grado di resistere a "carichi pesanti" senza dare problemi.


Pietra di Luserna

Infine troviamo la pietra di Luserna, un tipo di materiale che resiste alle condizioni atmosferiche e allo sfregamento.


Questa pietra è costituita da tre materiali, ovvero dal quarzo, dal feldspato e dalla mica. La presenza del feldspato e del quarzo è maggiore a differenza della mica, mentre quest'ultima "fornisce" alla pietra di Luserna la sua caratteristica colorazione, ovvero grigio chiaro e tendente al giallo paglia.


Questo tipo di materiale viene anche spesso usato per realizzare sfumature particolari di colore negli ornamenti.


Conclusioni

In conclusione, la scelta del materiale per la pavimentazione delle piazze è un aspetto cruciale per garantire la sicurezza e l'estetica dell'ambiente urbano.


È importante considerare diversi fattori come la durata, la resistenza alle intemperie, la manutenzione, il costo e l'impatto ambientale.


Questi materiali disponibili sul mercato,hanno ognuno i propri pro e contro.


In definitiva, la scelta del miglior materiale dovrebbe essere basata sulle esigenze specifiche della piazza e sulla valutazione dei vantaggi e degli svantaggi di ciascuna opzione.


Vuoi affidare ad un esperto la scelta? Ottieni la tua progettazione gratuita per capire qual è la pietra più adatta a casa tua e Contattaci senza impegno.

Ecco alcune immagini delle nostre pavimentazioni per piazze realizzate!👇


0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page